Ricovero di Sollievo
shadow

Cosa è?

Il ricovero di sollievo è un ricovero temporaneo programmato rivolto a due categorie di Pazienti:

  • Ai Pazienti di ogni età, affette da disabilità, transitorie o permanenti, dovute a diverse cause e che necessitano di recuperare le funzioni compromesse e raggiungere il massimo livello di autonomia concesso dalla malattia di base e dalle risorse disponibili, facilitando la partecipazione e l’inserimento sociale. In questa categoria rientrano tutti quei Pazienti normalmente candidati a riabilitazione funzionale ma per i quali non è stato possibile un ricovero riabilitativo convenzionato con il S.S.N. entro i termini previsti dalla Legge oppure non è stato sufficiente il periodo di ricovero eseguito presso la stessa oppure altra Struttura, ai fini di una quanto più completa riabilitazione;
  • Ai Pazienti che normalmente vengono assistiti presso il proprio domicilio, con lo scopo di garantire un periodo di riposo alle famiglie che scelgono di assistere il Paziente a casa e di non ricorrere al ricovero definitivo, oppure che non possono provvedere all’assistenza per motivi di salute del “care giver” o per altri motivi contingenti. Questo periodo, seppure limitato, può essere utile per svolgere attività di riattivazione, assicurare la vigilanza sanitaria e promuovere il recupero del Paziente dopo un ricovero ospedaliero o in Istituto di Riabilitazione (I.d.R.) o in attesa di un ricovero in ospedale o in I.d.R.

A chi si rivolge?
I ricoveri di sollievo sono rivolti a (elencazione esemplificativa e non esaustiva):
a) Pazienti provenienti da ricoveri presso altri reparti ospedalieri (cardiologia, neurologia, pneumologia, ortopedia) per i quali non è stato possibile un ricovero riabilitativo convenzionato con il S.S.N. entro i termini previsti dalla Legge oppure non è stato sufficiente il periodo di ricovero eseguito presso la stessa oppure altra Struttura, ai fini di una quanto più completa riabilitazione; ;
b) Pazienti dimessi dalle divisioni ospedaliere o da un I.d.R. e non immediatamente assistibili a domicilio, che necessitano di convalescenza e/o riabilitazione.
c) Pazienti Non Autosufficienti assistiti normalmente in famiglia, che per motivate esigenze dei componenti della famiglia stessa necessitano di periodi brevi di ricovero in struttura protetta;
d) Pazienti in situazioni di bisogno socio-sanitario in attesa della predisposizione di un appropriato programma assistenziale:;

Quanto dura?
Il ricovero di sollievo può durare da un minimo di 10 giorni a un massimo di 60 giorni, sulla base di progetti assistenziali individuali (P.A.I.). In caso di necessità, valutata dall’équipe e comunque nel contesto del P.A.I., il termine di 60 giorni può essere prolungato per ulteriori 30 giorni.
Gli interventi vengono effettuati in base ad un “progetto riabilitativo individuale” che tiene conto delle condizioni cliniche del paziente, del suo potenziale di recupero, dei bisogni del paziente stesso e dei suoi familiari. Il progetto riabilitativo viene realizzato da un team composto da professionisti con diverse competenze. A seconda della situazione clinica e delle necessità della persona, il trattamento riabilitativo può essere svolto:
• in regime ambulatoriale (il Paziente è accolto in degenza nell’arco della mattina o del pomeriggio);
• in regime di ricovero ordinario (il Paziente è accolto in degenza sia di giorno che di notte).

shadow

Come si accede al servizio?
La domanda di ricovero di sollievo deve essere inoltrata a: urp@casadicurareginapacis.com. Tale richiesta viene valutata dagli uffici competenti per l’accettazione e la valutazione. La Direzione Sanitaria si riserva di valutare insindacabilmente l’appropriatezza e l’accoglibilità delle domande pervenute.

Quanto costa?
La retta di degenza è interamente a carico del ricoverato, della sua famiglia o dei terzi obbligati. L’importo viene stabilito annualmente dal Consiglio di Amministrazione. Per l’anno 2017 la retta è determinata come segue:
• euro 100,00 (cento) al giorno per singolo ricovero in regime ambulatoriale. La retta mensile (o frazioni inferiori) deve essere versata mediante bonifico sul conto corrente bancario o postale intestato anticipatamente al ricovero o, nei ricoveri di durata superiore al mese, con rate mensili anticipate (entro 3 giorni dal ricovero). In caso di ricovero ospedaliero intercorrente la retta verrà ridotta di euro 10 (dieci) al giorno;
• euro 120,00 (cento) al giorno per singolo ricovero in regime ordinario. La retta mensile (o frazioni inferiori) deve essere versata mediante bonifico sul conto corrente bancario o postale intestato anticipatamente al ricovero o, nei ricoveri di durata superiore al mese, con rate mensili anticipate (entro 3 giorni dal ricovero). In caso di ricovero ospedaliero intercorrente la retta verrà ridotta di euro 10 (dieci) al giorno.
• Nel caso in cui il ricoverato o la sua famiglia decidano di interrompere la degenza prima del termine concordato, le rette già pagate non verranno restituite, salvo che nei casi seguenti:
o in caso di decesso dell’Ospite, per il periodo successivo al decesso;
o in caso di ricovero dell’Ospite in altra struttura, se e nella misura in cui altra persona venga accolta nel posto letto liberato anticipatamente. In queste fattispecie, per il periodo in cui il posto letto destinato al ricovero di sollievo resta libero, la retta di degenza verrà ridotta di euro 10 al giorno.

Cosa prevede questo servizio?
Il “ricovero di sollievo” si ha in regime di autorizzazione al funzionamento da parte dell’A.S.L. competente e non di accreditamento. Conseguentemente le persone ricoverate mantengono il proprio Medico di Medicina Generale (Medico di Famiglia o di base) e l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale – S.S.R.
I familiari devono provvedere prima del ricovero a fornire al reparto i farmaci e i materiali sanitari necessari, i presidi per l’incontinenza (pannoloni), gli articoli di protesica e quant’altro sia a carico del S.S.R. Durante il ricovero, invece, i farmaci e i presidi per l’incontinenza (pannoloni) saranno forniti dalla Struttura, con eccezione dei farmaci/dispositivi erogati con piano terapeutico, per i quali i familiari dovranno provvedere su segnalazione del reparto.
Sono compresi nella retta:
– Assistenza alberghiera;
– Assistenza di base, che prevede la presenza di un care-giver personalizzato 24h/24.
– Assistenza farmaceutica, medica e infermieristica, queste ultime limitatamente al controllo e all’attuazione delle prescrizioni del Medico di Medicina Generale (Medico di Famiglia) ;
– Consulenza fisiatrica, neurologica, pneumologica, chirurgica;
– Fisioterapia (con trattamenti quotidiani al bisogno);
– Servizio religioso;
– Consulenza da parte dello Psicologo.
Non è compreso nella retta tutto ciò che non risulta sopra elencato.