Un gol per la Salute

Un gol per la Salute

La Sancataldese prosegue il proprio lavoro in chiave futura. La società del Presidente Ivano La Cagnina continua ad accrescere il proprio background. A confermarlo ulteriormente è l’accordo siglato con la Casa di Cura “Regina Pacis” di San Cataldo (CL) già dalla stagione in corso.Il club verdeamaranto ha formalizzato l’intesa con la storica struttura ubicata a pochi passi dello stesso Stadio “Valentino Mazzola” proprio questa mattina. L’accordo è stato trovato tra la Direzione della Casa di Cura “Regina Pacis”, nella persona del dr. Franco Virzì, ed il dirigente responsabile dell’area sanitaria, Riccardo Zoda, in rappresentanza della Sancataldese. La Casa di Cura “Regina Pacis” metterà a disposizione i suoi professionisti e strumenti all’avanguardia – dalla semplice ecografia alla Risonanza Magnetica a ben 3 Tesla – per monitorare lo stato di salute dei calciatori della Sancataldese e garantire un prezioso contributo nel corso della stagione relativo a controlli specialistici, trattamenti di traumi ed infortuni di ogni tipo.

Dopo la convenzione siglata tra la Sancataldese e Casa di Cura “Regina Pacis”, a parlare è stato il dr. Giuseppe Virzì, Direttore Sanitario della clinica: “Inizia questa collaborazione con immenso piacere. Come la Sancataldese è presente in città dal 1949, la nostra realtà opera sul territorio dal 1933. La nostra Casa di Cura dimostra ancora una volta di essere sempre aperta alla città di San Cataldo, contribuendo alla crescita economica, culturale e sportiva di essa. Lavoreremo per dare un valido contributo alla Sancataldese. Colgo l’occasione per ringraziare per il suo prezioso contributo il dr. Giuseppe Pirrello, già Responsabile del nostro Servizio di Anestesia e Rianimazione, ma anche membro dello staff medico della stessa Sancataldese”.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Presidente della squadra di calcio, La Cagnina: “Con grande orgoglio abbiamo siglato una convenzione con quella che è una delle icone della nostra provincia. Una partnership che ci permetterà di monitorare e tutelare, in maniera sempre più efficace, lo stato di salute dei nostri calciatori”.

/ Non categorizzato

Share the Post

About the Author