“Not on my skin!”
img_ereditarietĂ 2
shadow

Numerosi tumori possono colpire la pelle, che rappresenta l’organo piĂą esteso del nostro corpo ed è formata da tre strati: l’epidermide (strato superficiale), il derma (strato intermedio) e il tessuto sottocutaneo (strato profondo).
L’epidermide, a sua volta, è formata da diverse cellule: i melanociti, che hanno il compito di produrre la melanina, un pigmento che protegge dagli effetti dannosi dei raggi solari, e i cheratinociti che rappresentano le cellule piĂą numerose di questo strato.
I cheratinociti presenti nello strato piĂą esterno dell’epidermide prendono il nome di cellule squamose e, quando vanno incontro a trasformazione tumorale, prendono il nome di carcinomi spinocellulari. I cheratinociti dello strato piĂą profondo sono invece chiamati cellule basali e possono dare origine ai carcinomi basocellulari. Entrambi sono tumori cutanei non melanomatosi, cioè tumori della pelle diversi dai melanomi, che invece originano dai melanociti.
Pur rappresentando uno dei tumori a più elevata malignità, il melanoma cutaneo è l’unico ad essere visibile sin dalle prime fasi evolutive.
La prevenzione e la diagnosi precoce sono pertanto di fondamentale importanza per raggiungere un’alta percentuale di guaribilitĂ . Per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione, si terrĂ  presso l’Ambulatorio di Dermatologia della Casa di Cura “Regina Pacis” una giornata di prevenzione dei tumori maligni della cute, durante la quale sarĂ  possibile effettuare gratuitamente la visita specialistica.